segnalo questa importante iniziativa a salvaguardia del territorio

MAREZZANE NON SI TOCCA 3
12 OTTOBRE 2008

Una marcia creativa, pacifica, attenta e forte
Per dire basta alla distruzione del territorio e affermare un sì pieno alla
sua valorizzazione

Un appello a tutti gli abitanti della Valpolicella, ai suoi frequentatori,
amanti, produttori, buongustai, camminatori, ciclisti, italiani, stranieri,
associazioni, gruppi, famiglie e singoli per salvare Marezzane

NON MANDIAMO IN POLVERE IL NOSTRO FUTURO

PROGRAMMA
Doppio appuntamento (l’inquinamento della cementeria e la distruzione di
Marezzane si legano)

9,00 a Fumane piazza Municipio
In Marcia (Centro abitato, Cementificio, Vaio Gardane, Marezzane, Girotto,
Malga Biancari) (2,30-3,00 ore)

10,30 ritrovo per tutti gli altri a Malga Biancari (loc. Girotto – Marano
Valpolicella)
In Marcia circuito sentiero Marezzane (1,30-2,00 ore)

dalle 12,30 festa (gnocchi di malga, pic-nic ecc.)

APPELLO

Siamo ad una svolta epocale per la Valpolicella. Una grande possibilità ci è
data. Aprire un nuovo futuro.

La cementeria ha esaurito il suo processo produttivo. Sta per esaurire le
cave aperte agli inizi anni ’60. Gli impianti della cementeria sono
“obsoleti”, tanto che l’azienda ha presentato un mega progetto di
ristrutturazione che prevede l’impiego dei rifiuti quale elemento essenziale
per la fabbrica.
Qualcuno promette di trasformare il cementificio in inceneritore e/o il più
importante smaltitore di rifiuti della Provincia; di stravolgere l’abitato
di Fumane e di consegnarlo ai camion; di distruggere parte del Parco della
Lessinia., di devastare il paesaggio.… BASTA.

La presenza del cementificio non è più compatibile con la realtà ambientale,
economica e sociale della Valpolicella strettamente collegata con la cura
del suo meraviglioso territorio.
Il Cementificio si è trasformato in una minaccia. Lo sanno bene i produttori
di vino.

Salvare oggi Marezzane non vuol dire soltanto salvaguardare un posto
meraviglioso ma anche dare respiro alla Valpolicella che vogliamo.

Vogliono darci POLVERE, DIFENDIAMO questa TERRA, che è di tutti.

MAREZZANE… Un luogo del cuore (segnalalo su www.iluoghidelcuore.it )
La collina di Marezzane, collocata nel cuore della Valle dei Progni,
all’interno del Parco Naturale Regionale della Lessinia e’, un tutt’uno con
il Sito di Interesse Comunitario (SIC) di Molina e rappresenta il punto di
congiunzione tra la Lessinia e la Valpolicella. Marezzane è un “balcone”
straordinario, punto panoramico straordinario, testimone di tutte le
contraddizioni di questo territorio. A valle dal mare verde si intravedono
gli scavi e il Cementificio. A monte, in una corona magnifica di montagne e
vaj.
Ai piedi di Marezzane è situato l’importante sito archeologico della grotta
Solinas (Fumane), davanti c’è il Pastello e tutto attorno verde, vaj,
“senge”, fiori, alberi, marogne.
Marezzane è un luogo meraviglioso in cui la presenza dell’uomo, sedimentata
fin dalla preistoria, convive nel rispetto reciproco con la natura.
Marezzane è un’oasi botanica, concentrato di biodiversità e di habitat,
caratterizzata da una molteplicità di microclimi, percorsa da memorie
abitative come la corte settecentesca di Marezzane, e gli stupendi e
caratteristici fabbricati di Mazzarino di sopra e di sotto.

Per informazioni – info@valpolicella2000.it

Come raggiungere malga Biancari
Arrivare a San Rocco (Marano di Valpolicella); passato l’abitato dopo 500
metri svoltare a sinistra seguendo indicazioni (Girotto)

La Marcia (non si tratta di manifestazione sportiva) si terrà con qualunque
tempo

www.valpolicella2000.it

SALVARE MAREZZANE – SI DEVE -SI PUO’ : ’’ORA’’… TUTTI IN MARCIA

Annunci